Come investire con i Futures

Finalmente entriamo nel mondo dei derivati finanziari, in assoluto gli strumenti più affascinanti che i mercati ci mettono a disposizione. Sono alquanto pericolosi, data la loro leva finanziaria, ma i più non conoscono ne perchè esistono ne il motivo per i quali vengono usati, peculiarità che a mio avviso devono essere conosciute per capire come investire nel panorama borsistico.

Un pò di storia

Prima dell’invenzione dei moderni future, agricoltori e acquirenti di prodotti agricoli come i cereali, erano sottoposti a fluttuazioni selvagge dei prezzi. Durante la stagione del raccolto quando i contadini portavano i loro cereali al mercato, c’era spesso un enorme eccesso di offerta di cereali, che provocava un crollo dei prezzi a tal punto che il grano in eccesso veniva lasciato in strada a marcire.

Al contrario, in bassa stagione, vi erano grandi carenze di cereali che costringevano gli acquirenti di grano a pagare un prezzo stellare per comprarne. Per combattere questo problema, i prezzi di scambio di grano venivano fissati nel momento in cui gli agricoltori potevano vendere sia per consegna immediata, o consegna a termine in data futura.

I contratti a termine, prevedevano accordi privati ​​tra acquirenti di grano e venditori in cui i primi accettavano di pagare un prezzo concordato alla data del contratto per consegna futura di una determinata quantità del raccolto. Questo dava a compratori e venditori di grano un certo livello di riferimento del prezzo, e contribuiva a smussare le esagerate fluttuazioni dei mercati cerealicoli.

Inizialmente gli scambi avvenivano sparsi in tutto il paese, fino a circa metà del XIX secolo, quando le ferrovie migliorarono significativamente la capacità degli agricoltori di trasportare i loro raccolti a grandi distanze. In questo periodo a Chicago nacque un importante hub per il commercio del grano, e  fu istituita la prima borsa a termine: il Chicago Board of Trade (CBOT).

CBOT

Al momento della fondazione del CBOT, i contratti futures non erano ancora stati inventati, quindi inizialmente al CBOT non avveniva la compravendita di contratti futures come avviene oggi, ma solamente di contratti a termine di cui abbiamo appena parlato. Ci si è ben presto resi conto, tuttavia, che mentre il metodo dei contratti a termine offrì un vantaggio in termini di certezza di prezzo, allo stesso tempo portò alcuni problemi che dovevano essere affrontati.

Prima di tutto c’era la questione della liquidazione del contratto. Mentre era relativamente facile concordare inizialmente il prezzo della consegna futura di una specifica quantità di grano, se lo stesso discostava in modo significativo da quanto concordato al momento della consegna, nascevano spesso problemi con la controparte del contratto che finiva per tirarsi indietro.

Nel 1865 il CBOT iniziò ad affrontare questi problemi standardizzando alcuni dei contratti a termine più attivamente scambiati. Lo fecero introducendo una regolamentazione sui contratti, sulla quantità e la qualità dei prodotti coinvolti nella transazione, procedure di reclamo se uno dei partecipanti nel contratto accusava un problema, e imponendo alle parti di versare una cauzione in anticipo come garanzia.

Evoluzione moderna

A questo punto della lettura dovrebbe essere chiara la motivazione per il quale nacquero i contratti a termine: tutelare gli operatori dalla fluttuazioni violente di prezzo. Mi preme inoltre ricordare anche la funzione del mercato azionario vista nel contributo “Come investire in Azioni”, che è quello di reperire capitale per le aziende.

Anche se i più troveranno un pò noioso conoscere le radici, è fondamentale sapere la storia al fine di inquadrare il proprio scopo nel diventare trader: nel moderno trading si cerca di trarre profitto dai movimenti di prezzo dei titoli azionari e dei contratti futures. Per riuscire in questo vanno comprese le intenzioni di operatività della maggior parte dei partecipanti ai mercati mediante l’analisi.

Tornando ai futures, abbiamo parlato di “copertura” (Hedging): in cosa consiste esattamente?

Facciamo un esempio pratico per capire:

Diciamo, per esempio, che ci sia un agricoltore di grano, che conosce da anni passati che gli costa circa 4,50 euro al quintale per piantare e mietere il suo raccolto di grano. Prima di piantare e raccogliere il grano non vi è alcun modo, per il coltivatore, di sapere con certezza come andranno le quotazioni del grano, mettendolo in una posizione in cui rendersi conto se potenzialmente potrebbe perdere soldi se il prezzo del grano andrà sotto i 4,50 euro al momento del raccolto.

Future grano

Continuando con questo esempio, diciamo anche che vi è un panificio che sa che può vendere il pane per 4,00 euro a pagnotta nei supermercati, ma se il prezzo dovesse essere superiore, i loro clienti non saranno disposti a pagare per il loro pane. Quindi se il costo del grano dovesse superare 5 euro per quintale, il panificio si troverà difronte un pessimo affare.

Agricoltore e produttore si incontrano. Con un accordo il produttore di pane si impegna ad acquistare il grano dell’agricoltore al momento del raccolto a un prezzo di 4,75 euro al quintale, indipendentemente da ciò che sarà il prezzo corrente.

Capite bene che le due parti si mettono in una condizione di certezza perchè l’agricoltore ha ora la garanzia di un 0,25 euro di profitto per quintale sul suo raccolto di grano, e il produttore di pane ha bloccato il prezzo del grano ad un livello che gli permetterà di fare un buon profitto vendendo il suo prodotto.

Da questo esempio, possiamo capire come uno degli scopi principali del mercato dei futures oggiogiorno è quello di rendere questo processo di diminuzione di rischio di prezzo o “di copertura” più facile, standardizzando il tutto e centralizzando la compravendita. Dovremmo anche essere in grado dicomprendere come gli stessi “hedgers” tentano di prendere profitto dal rischio di prezzo che loro stessi cercano di evitare.

Massimo

Non dimenticarti di condividere e soprattutto di contattarmi per qualche dubbio o chiarimento. Ribadisco che la comprensione delle radici degli strumenti finanziari è fondamentale per capirei mercati.

Commenta anche tu!

commenti

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.