Diventare trader con l’Analisi Ciclica

Dopo aver trattato i principali strumenti finanziari nella rubrica “come investire” e dopo aver messo a disposizione un corso di analisi tecnica per il trading online, voglio proporti un per-corso per diventare trader attraverso la disciplina che io stesso utilizzo quotidianamente per le analisi ed il trading: l’Analisi Ciclica. E senza dover comprare un libro o pagare qualcosa!

Perché proprio i cicli?

Perché i cicli sono parte integrante della nostra vita. La nostra vita è un ciclo, i giorni, le stagioni, la luna, le maree. Perché non estendere il concetto anche alla Borsa?

Vuoi un’evidenza empirica?

Eccola:

Diventare trader con l'Analisi Ciclica

Questo grafico rappresenta il Dow Jones 30 con un indicatore di ciclo che segnala i diversi cicli trimestrali (o cicli intermedi) che si sono susseguiti. Si nota perfettamente che ad un minimo dell’indicatore corrisponde un minimo di prezzo e viceversa ad un massimo corrisponde un massimo di prezzo.

Quello che ci proponiamo in questo percorso è proprio quello di imparare ad intercettare le zone di minimo e di massimo di un ciclo oggetto di studio, per poi colpire il mercato con un’operazione vincente. Ti ricordo che quello che tratteremo in questi contributi non è sostitutivo di un corso di studio con la “S” maiuscola, ma vuole essere una linea guida per aiutarti a sedimentare meglio alcuni argomenti se ne sei a digiuno.

Dimenticavo: cos’è un INDICATORE DI CICLO?

Ogni cosa a tempo debito.

Il Ciclo

Per i nostri obiettivi non ci occorre una trattazione di analisi matematica approfondita su cosa è un ciclo. Quello serve veramente sapere è che un ciclo è rappresentabile da una sinusoide, ossia una funzione periodica di periodo (t) che si ripete all’infinito.

Il ciclo

In questa serie di cicli che si susseguono, sono stati contrassegnati con la lettera P il periodo del ciclo (durata) che va da minimo a minimo, e con la lettera A l’ampiezza del ciclo che va dal massimo della cresta alla base dello stesso. Questi due parametri sono fondamentali in quanto, secondo teoria classica, il periodo va da se che influenza la durata di un ciclo, mentre l’ampiezza ne determina la sua forza sui prezzi.

Nell’esempio riportato, abbiamo visto un’unica oscillazione, ma è evidente il concetto si estende anche a tutti i cicli possibili e immaginabili. Ciò che cambierà ovviamente è il parametro di ampiezza: più un ciclo è grande, maggiore sarà la sua ampiezza e il suo periodo.

Nella seguente immagine è rappresentato il concetto appena esposto, ossia più cicli di diversa ampiezza.

Ampiezze cicli

Altre Caratteristiche fondamentali

  • Somma: ossia tutti i movimenti dei prezzi sono la sommatoria di cicli attivi.
  • Sincronicità: cicli di differenti periodi tendono a formare minimi simultanei (talvolta anche massimi).
  • Variazione: tutte le caratteristiche viste fin qui sono tendenze generali ma non regole fisse.
  • Traslazione: in un trend al rialzo i massimi di ciclo tendono a spostarsi verso destra (ossia si formano più tardi), viceversa in un trend al ribasso tendono a spostarsi a sinistra (ossia si formano prima).

Traslazione

Per ora ci fermiamo qui e spero tanto di averti iniziato a trasmetterti tanta curiosità. E’ evidente che qui si entra nel vivo dell’analisi ciclica e del trading online per cui non farti nessun problema a contattarmi per una domanda o per semplice curiosità.

Stay tuned!

Massimo

[contact-form-7 404 "Not Found"]

Commenta anche tu!

commenti

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.