Come funziona la Borsa nell’Economia reale – 1a parte

Guida articoli

Nel contributo di oggi, andiamo ad espandere i concetti di analisi fondamentale iniziati l’ultima volta e mirati a comprendere come funziona la Borsa nell’economia reale. Abbiamo inoltre preso come riferimento il benchmark economico mondiale che è quello degli Stati Uniti, cercando in esso le componenti che un trader o un investitore non può non conoscere.

La prima componente di ogni economia sono le risorse naturali. Uno dei fattori chiave che hanno permesso agli Stati Uniti di crescere così in fretta e diventare una delle potenze mondiali di oggi, risiede appunto nella sua terra che è ricca di risorse naturali: dal petrolio, al legname, alle grandi zone costiere e bacini idrici che forniscono accesso alle spedizione e consentono il traffico di merci in tutto il paese.

Risorse naturali

Capire quali risorse naturali sono più importanti in un paese e capire cosa ne influenza i prezzi, è vantaggioso non soltanto per i traders e gli investitori di commodities come il petrolio e l’oro, ma anche per gli operatori dei mercati azionari e del forex.

Andremo più in dettaglio di queste correlazioni in contributi successivi, ma un piccolo esempio per comprendere è che l’economia americana si basa molto sul petrolio, in modo che quando il prezzo del petrolio sale, è normalmente visto come un segnale negativo per lo sviluppo economico del paese in quanto costerà di più per le aziende spedire le loro merci, e per le persone riempire i serbatoi delle loro auto lasciando meno soldi da spendere nelle tasche.

Allo stesso modo funzionano le importazioni. Se il prezzo del petrolio sale, significa che costerà di più trasportare merci verso il proprio paese.

In questo contesto, è molto favorevole che la valuta del paese di importazione venga convertita in quella dei paesi esportatori, causando una svalutazione della moneta del paese che importa e rafforzando la controparte.

La prossima componente di ogni economia è la sua forza lavoro, ossia gli individui che producono beni e servizi partendo dalle risorse naturali. Retribuire i lavoratori che producono, e poi spende quei soldi per i beni ei servizi che essi e gli altri componenti della forza lavoro hanno prodotto, sono un importante motore di crescita in ogni economia.

Costo petrolio - forza lavoro

I fattori che leggono la crescita economica nel quadro della forza lavoro sono:

  • le dimensioni della forza lavoro (o se vogliamo la trama industriale)
  • il tasso di crescita
  • il livello di produttività
  • la capacità di adattarsi a condizioni mutevoli

Una delle ragioni per cui gli Stati Uniti hanno la più grande economia del mondo è la dimensione della sua forza lavoro in costante crescita che ha consentito di produrre e vendere più beni e servizi  più velocemente di altre nazioni, attraverso cose come la rapida adozione di nuove tecnologie, ed è una forza lavoro istruita.

Perché queste nozioni sono importanti dal punto di vista del trading e degli investimenti?

Lo scopriremo un pò più avanti quando guarderemo importanti numeri economici, ma una buona sintesi è la seguente: se la forza lavoro diventa più produttiva, significa che sarà in grado di produrre più merci nella stessa quantità di tempo. Questo non solo rende le aziende più redditizie, ma fa si che i prezzi al consumatore siano più bassi dando loro la possibilità di spendere maggior denaro in altri beni e servizi.

Questo meccanismo ha un fortissimo impatto sulla crestita economica, e la corretta lettura di questo quadro fa si che l’investitore ed il trader comprendano meglio verso quali mercati investire avendo una maggiore consapevolezza del movimento del denaro.

Nella prossima parte, vedremo come la domanda di materie prime  può avere ripercussioni anche sui tassi di interesse, e come questi ultimi possono influenzare la valuta.

Massimo

Commenta anche tu!

commenti

Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.