Chiara Ferragni imprenditrice digitale di parola: a quanto pare il milione di euro è arrivato al Regina Margherita!

Chiara Ferragni imprenditrice digitale di parola: a quanto pare il milione di euro è arrivato al Regina Margherita!

L’ospedale Regina Margherita di Torino ha finalmente ricevuto il milione di euro promesso da Chiara Ferragni. Questa nota influencer, appena pochi giorni dopo la sanzione dell’Antitrust per il caso dei pandori Balocco, aveva annunciato la donazione con l’intento di sostenere le cure dei bambini.

La stessa imprenditrice aveva dichiarato: “Nei prossimi giorni mi metterò in contatto con il Regina Margherita per comprendere come l’ospedale intenderà utilizzare la somma da me donata e vi terrò costantemente aggiornati”. E così è stato. Il Corriere della Sera ha riportato, citando una determina dirigenziale dell’ospedale datata 21 dicembre scorso, che l’importo è stato inserito nel bilancio per l’anno 2023, sotto la voce “contributi in conto esercizio da privati/imprese”.

I fondi saranno utilizzati per sostenere le attività istituzionali della struttura di oncoematologia pediatrica, nonché per finanziare le attività di ricerca in fase di definizione da parte della società donante, la Tbs Crew di Chiara Ferragni. Dunque, l’imprenditrice ha mantenuto la sua promessa. Ma vediamo a livello legale come si sta evolvendo la questione. Perché pur tenendo fede alla sua promessa, non si cancella il reato commesso dall’imprenditrice digitale. Ecco gli aggiornamenti!

Chiara Ferragni è ancora indagata per truffa

Nel frattempo ieri Chiara Ferragni e Alessandra Balocco, amministratore delegato del gruppo dolciario omonimo hanno ricevuto uan doccia fredda. Entrambe sono state iscritte nel registro degli indagati con l’accusa di truffa aggravata da minorata difesa. Questa indagine è stata avviata dalla procura di Milano in merito all’ormai famosa vicenda del coinvolgimento di beneficienza associato alla vendita dei pandori Balocco.

Nonostante l’accusa, Chiara Ferragni ha affermato di sentirsi serena. Questo perché ha sempre agito in buona fede e crede che ciò verrà dimostrato dalle indagini attualmente in corso. Ha dichiarato di avere piena fiducia nell’operato della magistratura e di essersi messa subito a disposizione in collaborazione con i suoi avvocati, al fine di chiarire tutti i dettagli dell’accaduto nel minor tempo possibile.

D’altra parte, la nota influencer si è anche espressa profondamente turbata per la strumentalizzazione mediatica che sta avvenendo. Per lei c’è la diffusione di notizie che oggettivamente non rispecchiano la realtà dei fatti. Questa strumentalizzazione, secondo Ferragni, porta a una distorsione dell’opinione pubblica e a un’errata percezione della situazione.

Ovviamente tutta la questione è ancora in sospeso. E l’indagine relativa all’ipotesi di truffa aggravata da minorata difesa a carico di Chiara Ferragni e Alessandra Balocco è ancora in corso. Ferragni ha espresso fiducia nell’operato della magistratura e si è impegnata a collaborare pienamente per chiarire ogni dettaglio.