Francesca Ferragni perde il lavoro dopo il caso Balocco. Ma cosa c’è di vero? Arriva la risposta dell’interessata!

Francesca Ferragni perde il lavoro dopo il caso Balocco. Ma cosa c’è di vero? Arriva la risposta dell’interessata!

La vicenda della chiusura del caso del pandoro Balocco griffato Ferragni sembra essere ancora ben lontana dal concludersi definitivamente. Dopo la sanzione comminata dall’Antitrust a causa di pratiche commerciali scorrette, il 8 gennaio la procura di Milano ha aggiunto l’imprenditrice digitale e Alessandra Balocco, AD del gruppo dolciario omonimo, all’elenco degli indagati per truffa aggravata da minorata difesa. Si tratta di una storia che continua a promettere ulteriori sviluppi, coinvolgendo in qualche modo anche le persone più vicine a Ferragni, come il marito Federico Leonardo Lucia, noto come Fedez, e la madre Marina Di Guardo. Non solo, ma anche le sorelle Valentina e Francesca Ferragni hanno subito alcuni commenti ostili da parte dei loro follower a causa della loro parentela con Chiara.

L’indiscrezione su Francesca Ferragni

Secondo l’ultima indiscrezione, sembra che Francesca, in particolare, abbia subito la spiacevole conseguenza della perdita del lavoro. Gabriele Parpiglia, su RTL 102.5, ha sostenuto che la seconda delle sorelle Ferragni, dentista di professione, sia stata prima sospesa e poi licenziata dal suo datore di lavoro. “Francesca Ferragni, sorella di Chiara Ferragni, è una dentista, ha studiato per diventare dentista. Lavorava in uno studio e succede che il titolare – c’erano stati dei disaccordi in precedenza… Ma il caos legato al ‘pandoro gate’ si riversa inevitabilmente anche su tutto ciò che è collegato alla famiglia – è stata allontanata per un mese. È stata sospesa per un mese. È alle Maldive…Non sta malissimo. Ma penso che sia stata licenziata e abbia perso il lavoro”.

La risposta di Francesca Ferragni non si lascia attendere

La notizia si è diffusa rapidamente sui social media, arrivando inevitabilmente alle orecchie della persona interessata, che ha replicato attraverso una storia su Instagram: “Contrariamente a quanto è stato detto altrove, la mia attività professionale come dentista continua senza problemi”.

Gli aggiornamenti sul caso Balocco

Dopo Milano, anche Cuneo affronta un nuovo episodio nella vicenda della vendita del pandoro Pink Christmas. La Procura della città piemontese ha deciso di iscrivere nel registro degli indagati due donne molto note: Chiara Ferragni e Alessandra Balocco. L’inchiesta è stata avviata dopo la denuncia presentata dall’associazione dei consumatori Codacons, che ha sollevato dubbi sulla regolarità della transazione.

Dopo un’attenta analisi della documentazione, le Procure di Milano e Cuneo dovranno discutere per stabilire la competenza territoriale sul caso. E decidere così come procedere con le indagini. Nel frattempo, la Procura milanese ha già formalizzato l’accusa di truffa aggravata nei confronti di Chiara Ferragni e Alessandra Balocco. Entrambe infatti, sono coinvolte in questo caso scottante. Vale la pena sottolineare che le società di Chiara Ferragni hanno sede a Milano, mentre l’azienda dolciaria coinvolta nell’inchiesta ha sede a Fossano, in provincia di Cuneo.